Il Tesoro di San Jacopo: alla scoperta delle meraviglie nascoste a Pistoia

Nel cuore storico di questa piccola città d’arte, riconosciuta nell’anno 2017 come Capitale Italiana della Cultura, è stato aperto da circa un anno un nuovo percorso di visite volto alla promozione di alcuni dei gioielli più preziosi del patrimonio cittadino, il cosiddetto “Tesoro di San Jacopo“.

Questo percorso, che attualmente comprende a pieno titolo il Campanile della Cattedrale, il Battistero di San Giovanni in Corte e l’Altare d’Argento, rappresenta per cittadini e turisti un’occasione concreta di conoscere e apprezzare alcuni dei “tesori” – appunto – storicamente e artisticamente più interessanti del centro storico.

Perché proprio tesoro di San Jacopo? Perché il Santo, patrono della città, è stato identificato come una delle figure più rappresentative del passato storico e culturale di Pistoia e perché, non di meno, i gioielli che costituiscono il percorso a lui dedicato sono tutti riconducibili ad esso e all’attuale patrimonio della Chiesa Cattedrale.

Primo fra tutti, l’Altare d’Argento, preziosissima opera di oreficeria realizzata tra XIII e XIV secolo dalle più abili maestranze del tempo (e custode, per secoli, della reliquia del Santo proveniente da Compostela); in secondo luogo, il Campanile della Cattedrale, parte – come si evince dal suo stesso nome – dell’adiacente Cattedrale di San Zeno – e infine il Battistero di San Giovanni in Corte, uno tra i pochissimi esempi di architettura gotica presenti oggi in Toscana e anch’esso parte del Patrimonio della Cattedrale di San Zeno.

Un vero e proprio percorso attraverso la storia dunque, con legami con la tradizione religiosa e artistica di una Pistoia medievale che pochi conoscono.

Al fine di promuovere e dunque valorizzare tale patrimonio, ormai da diverso tempo sono state aperte le porte di questo percorso grazie alla volontà e all’impegno costante di un sodalizio di storici dell’arte che, grazie a volontari di ogni età, rendono accessibili e fruibili queste perle che pur essendo situate nel cuore della centralissima Piazza del Duomo, rischiavano di rimanere ignorate dai più.

Per tutti coloro che fossero interessati a conoscere questa triade di arte&cultura, ecco in dettaglio prezzi e orari di apertura (validi dal 26/03 al 28/10):

Battistero di San Giovanni in Corte

Sempre aperto, con ingresso gratuito, dalle 10.00 alle 19.00

Campanile della Cattedrale

Visita accompagnata ogni ora a partire dalle 10:50 fino alle 17:50

Biglietto intero 8€, ridotto 5,50€

Altare d’Argento

Visite con audioguida inclusa nel costo del biglietto con spiegazione dell’Altare argenteo di San Jacopo e della Cattedrale di San Zeno. Disponibili ogni giorno dalle 10:00 alle 18:00, in accordo con le esigenze di celebrazioni liturgiche, la prima visita disponibile è alle 11:30 (subito dopo la Messa domenicale).

Biglietto 5€

Ticket unico Campanile + Altare d’Argento:  12€

Per maggiori informazioni e prenotazioni, contattare 334.1689419 o scrivere un’email a info@medievalitaly.it

Biglietti per il Campanile di Pistoia: dove e come acquistarli

Le torri e i campanili di tutte le città hanno un fascino unico: forse perché dalla loro sommità di scorgono panorami mozzafiato o forse perché raccontano storie antiche di secoli. Fatto sta che ogni volta che in una piazza si staglia uno di questi simboli urbanistici, noi tutti veniamo in qualche modo attratti verso di essi.

Il Campanile della Cattedrale di Pistoia rientra a pieno titolo all’interno di questa categoria di “torri affascinanti”: inserendosi nella lista delle più note Torre di Pisa o Torre del Mangia di Siena, la torre campanaria di Pistoia difende comunque la sua posizione presentandosi come una delle torri toscane più alte ancora oggi visitabili.

Visitabili: esatto. Quando? Ogni giorno. Dalle 10.00 alle 18.00 in turni organizzati in visite accompagnate con partenza dal Battistero di San Giovanni in Corte, altro gioiello gotico posto lungo il perimetro della Piazza.

Il biglietto può essere acquistato direttamente al Bookshop posto all’interno del Battistero poco prima della visita (che ha una durata complessiva di circa 40min) oppure online sul sito https://www.medievalitaly.it/prodotto/il-campanile/

Per info su orari, costi e prenotazioni sono sempre disponibili i seguenti canali di contatto:

  • Email: info@medievalitaly.it
  • Cellulare: 334 1689419 (anche Whatsapp)

Dunque: un panorama mozzafiato che nelle giornate più limpide permette di scorgere il profilo di Firenze, una storia antica narrata scalino dopo scalino, un’altezza vertiginosa (ma non troppo!) che permette di vivere e vedere la città da un alt(R)o punto di vista… gli ingredienti per un’esperienza memorabile ci sono davvero tutti!

Vi aspettiamo sulla cima del campanile per condividere con voi un’emozione unica!

Pistoia: la “Compostela” italiana – Il Tesoro nascosto dell’Altare d’Argento

Pochissimi conoscono lo stretto legame tra la città di Pistoia, piccola perla toscana spesso nascosta all’ombra delle grandi città d’arte a lei vicine, e Santiago di Compostela, il capoluogo spagnolo noto come centro di culto e meta di pellegrinaggi a livello mondiale.

santiago

La relazione tra questi due centri, in realtà, è molto più profonda e tangibile di quanto si possa pensare ed affonda le sue radici in un passato davvero remoto: nel lontano 1145 infatti, l’allora Vescovo di Pistoia Atto riuscì a far arrivare in città una preziosissima reliquia proveniente dalla Spagna, un frammento osseo di San Giacomo il Maggiore.

Da quel momento, a Pistoia ebbe inizio il culto jacopeo – ancora oggi accesissimo – e si decise di costruire un altare “degno” di  custodire e proteggere l’inestimabile reliquia del Santo.

Tra il 1287 e il 1456, nell’arco di quelli che furono quasi due secoli di lavorazione, venne dunque realizzata una delle opere di oreficeria più straordinarie di tutta Italia: un altare in lamine d’argento a sbalzo di rara bellezza per tecnica di lavorazione e omogeneità decorativa.

altare

Al centro, campeggia la statua di San Giacomo (o San Jacopo, come poi comunemente verrà denominato nella tradizione pistoiese) seduto in trono e caratterizzato dai suoi elementi distintivi: il cappello e la conchiglia del pellegrino. Intorno a lui, una schiera di Santi e Apostoli finemente realizzati da diverse maestranze pistoiesi e fiorentine.

Nella parte inferiore, campeggiano invece le storie dell’Antico e del Nuovo Testamento (rispettivamente paliotto laterale destro e frontale) e il racconto della Vita di San Giacomo nel paliotto laterale sinistro.

Tra gli artisti che a vario titolo contribuirono alla realizzazione di questa ancora poco conosciuta opera d’arte, spicca il nome del giovanissimo Filippo Brunelleschi, il quale realizza con grandissima minuzia di dettagli il busto del profeta Isaìa, collocato nel fianco sinistro dell’altare (nell’immagine sottostante, è la figura a sinistra).

Profeti

Insomma, l’Altare d’Argento – oggi conservato all’interno di una delle Cappelle laterali della Cattedrale di San Zeno a Pistoia – rappresenta a tutti gli effetti un tesoro nascosto che merita di essere riscoperto dal grande pubblico, al fine di poter rendere nota la sua raffinatissima bellezza.

Tutti coloro che fossero interessati a visitare questa piccola grande meraviglia, possono rivolgersi all’interno del Battistero di San Giovanni in Corte dove è possibile acquistare direttamente il biglietto che, al costo di solo 3.00€, permetterà a tutti i visitatori di poter ammirare da vicino questo eccezionale prodotto di oreficeria medievale.

Per info su orari e prenotazioni: 334.1689419 o info@medievalitaly.it

Campanile di Pistoia: visite aperte per Pasqua

Il Campanile di Pistoia, monumento simbolo della meravigliosa Piazza del Duomo della nostra amata città ormai ex-Capitale della Cultura 2017, continua ad aprire le sue porte a tutti i visitatori interessati a scoprirne i segreti e a godere del panorama mozzafiato di cui si gode dalla sua cima.

Solidi gradini in pietra, levigate colonne di marmo, pesanti campane di bronzo: un’armonia di materiali che racconta una storia lunga secoli ma che ancora ci affascina con la sua maestosità.

Le visite al campanile, ottima idea per un pomeriggio di Pasqua diverso dal solito, sono aperte a tutti i visitatori ogni giorno dalle 10 alle 18 con acquisto diretto del biglietto presso il Battistero di San Giovanni in Corte.

Lo staff fornirà ticket d’ingresso ed organizzerà i visitatori in piccoli gruppetti con partenze ogni 60′ – divertimento e stupore garantiti per grandi e piccini.

Per maggiori informazioni i contatti di riferimento sono:

Telefono: 334 1689419 (anche Whatsapp)

Email: INFO@MEDIEVALITALY.IT

panoramapt-mhtv380sp8pwdpfxzy44o8r9rm8s2m0itlnyuixm2w

 

Crea un sito o un blog gratuitamente presso WordPress.com.

Su ↑

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: